salta al contenuto

Indennità - vice procuratori onorari - dlgs n. 116 del 2017

provvedimento 28 giugno 2019
Foglio Informativo n. 1/2020

Ai V.P.O. già in servizio alla data di entrata in vigore del d.lgs. n. 116/2017, non possono essere liquidate indennità per attività diverse da quelle delegabili “a norma delle vigenti disposizioni di legge”, ossia quelle di cui all’art. 17 del d.lgs. n. 116/2017.

Si precisa, peraltro, che essendo la disposizione di cui all’art. 4 d.lgs. n. 273/1989 una norma di spesa, e quindi di stretta interpretazione, deve escludersi allo stato la possibilità di corrispondere indennità per le attività di cui all’art. 16, comma 1, lett. a), d.lgs. n. 116/2017 (vedi in tal senso anche la circolare di questa Direzione generale prot. DAG n. 48171.U del 2.4.2009, nella quale si era già evidenziato che “Restano escluse dalla corresponsione dell’indennità, pertanto, le attività di mera redazione di sentenze e provvedimenti e di mero studio degli atti”).