salta al contenuto


 

emblema della repubblica

Dipartimento per gli affari di giustizia
Direzione generale della giustizia civile

Il Direttore generale

visti gli articoli 1 e 8 della legge 29 dicembre 1990, n. 428, recante disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea;

visto l’art. 49 del decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1999, n. 394 e successive integrazioni;

visto il decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206, di attuazione della direttiva n. 2005/36/CE del 7 settembre 2005, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali;

visto il decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328 e successive integrazioni, contenente “Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l’ammissione all’esame di Stato e delle relative prove per l’esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi ordinamenti”;

vista l’istanza di Edrich Simon Peter, nato il 23 luglio 1966 a Londra (Regno Unito), cittadino inglese, diretta a ottenere, ai sensi del citato art. 16 del decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206, il riconoscimento del titolo professionale di chartered accountant, conseguito nel Regno Unito, ai fini dell’iscrizione all’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili, sez. A, e l’esercizio in Italia della relativa professione;

considerato che il richiedente ha conseguito presso la University of Cambridge i titoli di Bachelor of Arts in data 30 giugno 1989 e di Master of Arts in data 17 luglio 1993, nonché il Master MEDEA in “management ed economia dell’energia e dell’ambiente” nell’anno accademico 1995/1996 presso la Scuola Superiore Enrico Mattei;

rilevato che il sig. Edrich risulta iscritto, in qualità di chartered accountant, all’Institution of Chartered Accountants in England and Wales (ICAEW) dall’1 agosto 1995, dopo aver superato gli esami richiesti e la dovuta formazione triennale presso un Authorised Training Employer (ATE);

considerato che il richiedente è iscritto, in qualità di associate, presso il Chartered Istitute of Taxation dal 18 novembre 2011;

rilevato che il sig. Edrich ha autocertificato lo svolgimento di attività professionale dal 1995 ad oggi;

preso atto che la domanda di riconoscimento del sig. Edrich è stata esaminata nella conferenza dei servizi del 7 giugno 2018, nella quale è stato espresso parere favorevole al riconoscimento del titolo ai fini dell’iscrizione nell’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili – sezione B, esperti contabili, subordinatamente al superamento di una prova attitudinale orale su quattro materie;

considerato che il richiedente, in data 15 novembre 2018, ha presentato istanza di riesame di detto parere ai fini dell’iscrizione nella sezione A – commercialisti dell’albo;

rilevato che la suddetta istanza di riesame è stata esaminata alla conferenza di servizi del 14 dicembre 2018, nella quale, con il conforme parere del rappresentante di categoria, a modifica del parere precedentemente reso e alla luce delle deduzioni del richiedente, è stato espresso parere favorevole all’accoglimento dell’istanza di riesame ai fini dell’iscrizione nella sezione A – commercialisti;

ritenuto che, comunque, la formazione accademica e professionale del richiedente non sia completa ai fini dell’iscrizione nella sezione A - commercialisti dell’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili e che, pertanto, sia necessaria l’applicazione di misure compensative;

visto l’art. 22, comma 2, del decreto legislativo n. 206/2007, sopra indicato,

Decreta

A Edrich Simon Peter, nato il 23 luglio 1966 a Londra (Regno Unito), cittadino inglese, è riconosciuto il titolo professionale di cui in premessa quale titolo valido per l’iscrizione all’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili, sezione A - commercialisti e per l’esercizio della professione di dottore commercialista in Italia.
Il riconoscimento di cui al presente articolo è subordinato al superamento di una prova attitudinale sulle seguenti materie:

  • diritto privato
  • diritto commerciale
  • diritto fallimentare
  • diritto tributario e relativo contenzioso
  • tecnica professionale
  • legislazione e deontologia professionale.

La prova si compone di un esame orale da svolgersi in lingua italiana.
Il candidato, per essere ammessa a sostenere la prova attitudinale, dovrà presentare al Consiglio nazionale una domanda, allegando la copia autenticata del presente decreto. La commissione, istituita presso il Consiglio nazionale, si riunisce su convocazione del Presidente, per lo svolgimento della prova di esame, fissandone il calendario. Della convocazione della commissione e del calendario fissato per la prova è data immediata notizia all’interessato, al recapito da questi indicato nella domanda.
La commissione rilascia all’interessato certificazione dell’avvenuto superamento dell’esame, al fine dell’iscrizione nell’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili, sezione A - commercialisti.

Roma, 8 gennaio 2019

Il Direttore generale
Michele Forziati