Programma nazionale per la realizzazione di servizi di assistenza generalista alle vittime di reato e per lo sviluppo di percorsi di giustizia riparativa

aggiornamento: 19 gennaio 2022


Con delibera del 24 marzo 2021 è stato approvato da Cassa delle Ammende il Programma nazionale per la realizzazione di servizi di assistenza generalista alle vittime di reato ai sensi della direttiva UE 29/2012, nonché per lo sviluppo di percorsi di giustizia riparativa, secondo le direttive stabilite nelle linee programmatiche dell’ente, emanate in attuazione di quanto previsto nell’Atto di indirizzo del Ministro della Giustizia.

Prevede la realizzazione dei seguenti interventi:

  1. istituzione o rafforzamento di servizi pubblici di assistenza alle vittime di tutte le tipologie di reato, assicurando la più ampia copertura a livello territoriale ed il coinvolgimento delle istituzioni coinvolte, nonché della rete dei servizi socio-sanitari; azioni volte a soddisfare i bisogni della vittima, legati alle diverse tipologie di reato subiti in relazione alle caratteristiche individuali della vittima; sviluppo e potenziamento di servizi sanitari e socio-assistenziali dedicati alle vittime, di servizi di informazione e di riparazione; coinvolgimento delle Istituzioni cui sono devolute specifiche attribuzioni in materia, della società civile, del Terzo settore, delle Università, di Enti e Associazioni che operano nell’ambito di riferimento, allo scopo di migliorare il sistema di assistenza e tutela delle vittime;
  2. istituzione o il rafforzamento di servizi di giustizia riparativa e mediazione penale, gestiti da enti pubblici, anche attraverso soggetti attuatori privati, selezionati con procedure ad evidenza pubblica nel rispetto della disciplina dei contratti pubblici e della coprogettazione; lo sviluppo di programmi di giustizia riparativa individuali o di gruppo, volontari e gratuiti; sviluppo di programmi di mediazione penale, con vittime dirette, indirette o enti esponenziali dei diritti delle vittime di reato;
  3. tutela delle vittime, protezione dalla vittimizzazione secondaria, rispetto della disciplina a tutela dei dati personali delle vittime e degli autori di reato, rispetto di quanto previsto nella Direttiva 2012/29/UE, nel D.lgs. 15/12/15 n. 212, nel Regolamento UE 679/16, nel D.lgs. 10/08/2018 n. 101.

I progetti presentati prevedono una quota minima di cofinanziamento da parte della Regione non inferiore al 30% del finanziamento richiesto alla Cassa delle Ammende. Diverse Regioni hanno conferito un cofinanziamento superiore al minimo richiesto per consentire un’ampia diffusione dei servizi sul territorio e favorire l’opera di sensibilizzazione. Gli importi dei finanziamenti richiesti sono conformi al piano di riparto delle risorse destinate a Programmi e progetti finalizzati allo sviluppo di servizi pubblici per l’assistenza alle vittime di reato, la giustizia riparativa e la mediazione penale, approvato con la predetta delibera del Consiglio di Amministrazione della Cassa delle Ammende del 24 Marzo 2021‚Äč.

I progetti:

  1. Riparazione, Mediazione, Vittime – R.I.M.E. presentato dalla Regione Abruzzo, per un importo complessivo di € 120.000 (euro centoventimila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della regione pari ad € 42.238.
     
  2. S.G.M -Sostegno alle vittime di reato, Giustizia riparativa e Mediazione penale in Campaniapresentato dalla Regione Campania, per un importo complessivo di € 240.000 (euro duecentoquarantamila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della regione pari ad € 72.000.
     
  3. Ripar(T)iamopresentato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, per un importo complessivo di € 90.000 (euro novantamila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della regione pari ad € 30.000.
     
  4. Centro regionale per l’assistenza alle vittime di reato, la giustizia riparativa e la e la mediazione penale “ASTREA” presentato dalla Regione Lazio, per un importo complessivo di € 180.000 (euro centottantamila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della regione pari ad € 54.000.
     
  5. Percorsi di giustizia 2.0, presentato dalla Regione Liguria, per un importo complessivo di € 120.000 (euro centoventimila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della regione pari ad € 36.000.
     
  6. Un futuro in comune- “Chi sbaglia può sempre correggersi: sicchè, come esigono i principi costituzionali, la pena deve guardare sempre al futuro” (Marta Cartabia)”, presentato dalla Regione Lombardia per un importo di € 339.998,34 (euro trecentotrentanovemilanovecentonovantotto/34) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della regione pari ad € 851.000,00.
     
  7. Incontrar-Sipresentato dalla Regione Marche, per un importo complessivo di € 80.000,00 (euro ottantamila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della regione pari ad € 29.918.
     
  8. Riparazione e Ascolto presentato dalla Regione Molise, per un importo complessivo di € 60.000 (euro sessantamila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della regione pari ad € 18.000.
     
  9. Riparare sostenere e mediare: diffusione degli interventi di giustizia riparativa e mediazione penale nel Piemonte presentato dalla Regione Piemonte, per un importo complessivo di € 180.000 (euro centottantamila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della regione pari ad € 100.000.
     
  10. Re-Agire presentato dalla Regione Veneto, per un importo complessivo di € 180.000 (euro centottantamila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della regione pari ad € 54.000.
     
  11. Calabria Riparativa presentato dalla Regione Calabria, per un importo complessivo di € 120.000,00 (euro centoventimila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della Regione pari ad € 54.000.
     
  12. Ichnos- Impronte presentato dalla Regione Autonoma della Sardegna, per un importo complessivo di € 120.000 (euro centoventimila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della Regione pari ad € 276.360.
     
  13. Reti territoriali e giustizia riparativa presentato dalla Toscana, per un importo complessivo di € 120.000 (euro centoventimila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della Regione pari ad € 36.000.
     
  14. Ripartiamo insieme 2". Azioni in favore delle vittime di reato e qualificazione dei servizi”, presentato dalla Regione Puglia, per un importo complessivo di € 180.000 (euro centottantamila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della Regione pari ad € 60.000.
     
  15. I.RI.D.E. presentato dalla Regione Basilicata, per un importo complessivo di € 60.080 (euro sessantamilaottanta/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende ed una quota di cofinanziamento a carico della Regione pari ad € 18.780.
     
  16. "Territori per il reinserimento: Servizi per la giustizia riparativa e a favore delle vittime di reato, presentato dalla Regione Emilia-Romagna, per un importo complessivo di € 180.000,00 (euro centottantamila/00) a carico del bilancio della Cassa delle Ammende.