Adulti in area penale esterna - 15 aprile 2024 dati provvisori

19 aprile 2024

Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità
Ufficio I del Capo Dipartimento
Sezione Statistica

Adulti in area penale esterna
Aggiornamento al 15 aprile 2024

 

 

Il principale campo di intervento degli Uffici di esecuzione penale esterna (UEPE) è relativo all’esecuzione delle misure e sanzioni di comunità, ivi comprese le pene sostitutive delle pene detentive brevi. 

I compiti attributi agli Uffici - indicati dalla legge 26 luglio 1975 n. 354, dalla legge 28 aprile 2014, n. 67, dal decreto legislativo 10 ottobre 2022 n. 150 e dalle altre leggi in materia di esecuzione penale - si esplicano in cinque aree di intervento: 

 

  1. attività di indagine sulla situazione individuale e socio – familiare nei confronti dei soggetti che chiedono di essere ammessi alle misure alternative alla detenzione, alla messa alla prova, alle pene sostitutive;  
  2. attività di elaborazione e verifica dei programmi di trattamento; 
  3. svolgimento delle inchieste per l’applicazione, modifica, proroga o revoca delle misure di sicurezza, su richiesta della magistratura di sorveglianza;  
  4. esecuzione delle misure alternative alla detenzione e delle sanzioni e misure di comunità, ivi comprese le pene sostitutive delle pene detentive brevi. 
  5. attività di consulenza agli istituti penitenziari per favorire il buon esito del trattamento penitenziario. 

 

Nello svolgimento di tali attività, gli UEPE operano secondo una logica di intervento di prossimità e di presenza nel territorio, a supporto delle comunità locali e in stretta sinergia con gli Enti Locali, le associazioni di volontariato, le cooperative sociali, e le altre agenzie pubbliche e del privato sociale presenti nel territorio, per realizzare l’azione di reinserimento ed inclusione sociale e con le forze di polizia, per l’azione di contrasto della criminalità e di tutela della sicurezza pubblica. 

 

La presente analisi statistica è stata pensata per fornire un quadro dei soggetti sottoposti a provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, in carico agli Uffici di esecuzione penale esterna, con riferimento a: 

  • i soggetti in carico alla data più aggiornata, 
  • i soggetti in carico nel periodo dall’inizio dell’anno fino alla data più aggiornata (dati di flusso),
  • gli incarichi pervenuti nel periodo dall’inizio dell’anno fino alla data più aggiornata (dati di flusso).

 

L’analisi è stata elaborata sulla base dei dati del sistema informativo SIEPE, che gestisce gli incarichi effettuati dagli UEPE.

L’analisi prende in esame le principali caratteristiche personali, quali, in particolare, il genere, la nazionalità e la classe di età.

 

Di particolare importanza ai fini dell’analisi dell’utenza è la distinzione per tipologia di incarico; una prima classificazione distingue le persone in carico per:

  1. misure, 
  2. indagini e consulenze.

 

Il primo gruppo considera:

  • le misure alternative alla detenzione,
  • le pene sostitutive, 
  • le misure di sicurezza, 
  • il lavoro di pubblica utilità
  • la messa alla prova

Il secondo gruppo fa riferimento a:

  • l’attività di consulenza per detenuti/internati, 
  • l’attività istruttoria, 
  • l’attività connessa all’esecuzione del provvedimento dell’Autorità Giudiziaria. 

Con particolare riferimento alle misure alternative alla detenzione è fornito anche il dettaglio dello stato del soggetto al momento dell’applicazione della misura.

 

 

Versione integrale dell'analisi (pdf,565 Kb)