salta al contenuto

Giustizia: firmato accordo con OO.SS. su progressioni economiche. Orlando soddisfatto

13 settembre 2017

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha espresso la propria soddisfazione per l’accordo firmato oggi con le OO.SS. che individua i criteri delle progressioni economiche del personale amministrativo del Ministero della Giustizia.

L’intesa segue l’accordo sulla distribuzione degli stanziamenti del Fondo Unico di Amministrazione del 22 giugno 2016, con il quale erano stati destinati circa 20 milioni (16.500.000 euro per l’Amministrazione giudiziaria, 1.469.358 euro per l’Amministrazione penitenziaria, 1.086.125 per l’Amministrazione della giustizia minorile e di comunità, 298.975 per l’Amministrazione degli Archivi Notarili).

Confsal-Unsa, CGIL, CISL, UIL e FEDERAZIONE INTESA le organizzazioni firmatarie; circa 11.000 le posizioni programmate per gli sviluppi economici, di cui 9.091 per la sola l’Amministrazione giudiziaria.

Per la prima volta si avviano progressioni economiche del personale del Ministero in modo unitario per tutti i dipartimenti con criteri omogenei, tenendo fede all’impegno preso tra Amministrazione e Organizzazioni sindacali in sede di firma del FUA 2012, 2013,2014: si potranno aprire infatti dei bandi per le procedure selettive.

Per l’Amministrazione giudiziaria la firma di oggi costituisce anche una ulteriore fase di attuazione dell’accordo del 26 aprile scorso che ha delineato una serie di importanti passaggi in tema di valorizzazione e promozione del personale amministrativo e di rimodulazione delle qualifiche professionali esistenti.