salta al contenuto

Ufficio III - Casellario

aggiornamento: 24 gennaio 2017

Piazza di Firenze, 27 - 00187 ROMA
tel: + 39 06 681891-2
fax: +39 06 68807558
e-mail: casellario.centrale@giustizia.it

Direttore - Marta Cofano

 
L’ufficio ha le seguenti competenze:

organizzazione generale, coordinamento e controllo sul funzionamento del casellario centrale e dei casellari locali.

In particolare l’ufficio cura:

  • l’esecuzione dei contratti per la manutenzione, conduzione ed evoluzione del Sistema Informativo automatizzato (SIC) ed assistenza sistemistica;
  • la raccolta e la conservazione dei dati immessi nel SIC, garantendo il ripristino di eventuali dati persi e la conservazione, in modo anonimo, di quelli eliminati, a fini statistici; le modalità tecniche di funzionamento del sistema relative alle operazioni di iscrizione, eliminazione, scambio, trasmissione e conservazione dei dati nelle procedure degli e tra gli uffici;
  • l’adozione di opportuni interventi al fine di garantire il pieno svolgimento del servizio in tutte le sue funzioni, vigilando sull’attività degli uffici e intervenendo su eventuali irregolarità;
  • l’iscrizione sul sistema degli estratti del decreto di grazia e delle decisioni definitive adottate dalla Corte europea dei diritti dell’uomo nei confronti dello Stato italiano;
  • l’eliminazione dal sistema:
    • dei provvedimenti amministrativi di espulsione e dei provvedimenti giudiziari che decidono il ricorso avverso questi;
    • delle iscrizioni relative a persone morte;
    • delle iscrizioni relative a persone che hanno compiuto 80 anni;
    • delle iscrizioni relative ai minori di età al compimento del 18° anno ad eccezione di quelle relative al perdono giudiziale, che sono eliminate al compimento del 21° anno, ed eccetto quelle relative ai provvedimenti di condanna a pena detentiva, anche se condizionalmente sospesa.

Inoltre, il casellario svolge le seguenti attività di supporto:

  • fornisce al Ministero della giustizia i dati relativi all’esecuzione dei provvedimenti giudiziari in materia penale;
  • fornisce all’autorità giudiziaria e alla pubblica amministrazione, in modo anonimo e a fini statistici, dati in ordine all’andamento dei fenomeni criminali, fatte salve le norme a tutela del trattamento dei dati personali
  • In applicazione di convenzioni internazionali o per ragioni di reciprocità e, in quest’ultimo caso, nei limiti e alle condizioni di legge, fornisce alle competenti autorità straniere i dati relativi a decisioni riguardanti cittadini stranieri.