salta al contenuto

Ufficio legislativo

aggiornamento: 1 marzo 2018

Via Arenula, 70 – 00186 Roma
tel. +39 06.68851
fax +39 06.68897531
Pec : archivio.legislativo@giustiziacert.it

Capo dell'Ufficio - Renato Bricchetti

Vice capo - Giampaolo Parodi

Vice capo - Carmelo Barbieri

Dirigente della Segreteria - Roberta Battisti
 

L’Ufficio legislativo, ai sensi dell’articolo 7 del decreto del Presidente della Repubblica 25 luglio 2001 n. 315

  • esamina, promuove ed attua l’attività normativa nazionale, europea ed internazionale, attraverso:
    • redazione di schemi di disegni di legge, di schemi di decreti legislativi, di decreti presidenziali e di decreti ministeriali;
    • redazione di emendamenti del Governo, espressione di pareri sui testi e sui singoli emendamenti nel corso dell’esame dei disegni di legge in sede di Consiglio dei Ministri e nel corso dell’esame di disegni e proposte in sede parlamentare;
    • redazione dei testi di attuazione delle direttive comunitarie, delle decisioni quadro dell’Unione europea, nonché di coordinamento della legislazione nazionale rispetto ai regolamenti comunitari;
    • collaborazione con il Ministro degli Esteri alla negoziazione di convenzioni internazionali in materia di assistenza giudiziaria, di estradizione, di stato civile;
       
  • provvede all’analisi tecnico-normativa delle leggi, e garantisce la loro compatibilità con l’ordinamento generale
     
  • fornisce, ma soltanto agli uffici del Ministero della giustizia o ad altri Ministeri che lo richiedano:
    • pareri sull’interpretazione delle leggi, ovvero pareri su materie oggetto di circolari poi redatte dai Dipartimenti ministeriali secondo le specifiche competenze
    • pareri sulle questioni di legittimità costituzionale delle leggi, redatti per la Presidenza del Consiglio dei Ministri ai fini della sua costituzione in giudizio innanzi alla Corte costituzionale
    • pareri sulla compatibilità costituzionale delle leggi regionali
       
  • esamina i provvedimenti sottoposti al visto del Guardasigilli, disponendo l’eventuale inserimento nella “Raccolta ufficiale degli atti normativi” e redigendo le note in calce agli atti pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale
     
  • svolge inoltre attività di coordinamento delle Commissioni di studio, istituite dal Ministro al fine di riformare o razionalizzare interi settori normativi, in particolare di natura codicistica.