salta al contenuto

Novara

Casa circondariale 

Indirizzi e riferimenti

località Novara
indirizzo VIA SFORZESCA, 49
cap 28100
telefono 0321/402801
mail cc.novara@giustizia.it
PEC cc.novara@giustiziacert.it
Codice Fiscale 80017840036

Capienza e presenze

posti regolamentari posti non disponibili totale detenuti
158 0 196

dati aggiornati al

18/07/2019

Informazioni generali

Caratteristiche e storia La Casa Circondariale di Novara è stata edificata intorno agli anni 70 con la chiusura del Castello - L'edificio è collocato in una zona semi periferica della città di Novara - È costituito di un reparto di media sicurezza con due sezioni detentive ordinarie a regime chiuso e regime aperto, destinate ad ospitare detenuti comuni, in attesa di primo giudizio e/o imputati,ricorrenti e definitivi. Questo Istituto ospita anche un Reparto 41 bis O.P.
come si raggiunge con mezzi pubblici Autobus circolare n. 1 e taxi di linea. Aeroporti vicini: Malpensa ( 30 Km);Linate (80 Km); Torino Caselle (90 Km).
come si raggiunge in auto Indicazioni autostradali con direzione Torino/Milano, uscita Novara Est, proseguire sulla tangenziale con uscita Mortara e seguire le indicazioni Casa Circondariale.

Responsabile ASL per il carcere

ASL Novara 13
Nome Gianni
Cognome Valzer
Cartella medica digitale Si

Sono competenti per questo istituto

Provveditorato regionale - Piemonte-Liguria-Valle d'Aosta
Ufficio esecuzione penale esterna - Novara
Tribunale di sorveglianza - Torino
Ufficio di sorveglianza - Novara

Direttore

Nome Rosalia
Cognome Marino

Personale

polizia penitenziaria - effettivi polizia penitenziaria - previsti amministrativi - effettivi amministrativi - previsti educatori - effettivi educatori - previsti
179 195 12 20 2 3

personale polizia penitenziaria aggiornato al

30/04/2019

personale amministrativo aggiornato al

30/04/2019

data di aggiornamento spazi detentivi

18/07/2019

Stanze di detenzione

numero complessivo numero non disponibili doccia bidet portatori di handicap servizi igienici con porta accensione luce autonoma prese elettriche
104 0 10 0 0 97 104 104

Spazi d'incontro con i visitatori

sale colloqui conformi alle norme aree verdi ludoteca
6 6 1

Spazi comuni e impianti

campi sportivi teatri laboratori palestre officine biblioteche aule locali di culto mense detenuti
1 0 2 5 1 2 4 2 0

altre informazioni su spazi e impianti

È presente una tensostruttura in cui durante l'anno si svolgono varie attività ricreative e culturali, nonché colloqui area verde invernale ed incontri sulla genitorialità.

Corsi

denominazione descrizione data inizio data fine finanziato da numero iscritti ente formatore
Addetto pre-stampa Informatica 18/02/2019 25/09/2019 11 Casa di carità arti e mestieri onlus. novara
Operatore risorse web Informatica 25/02/2019 19/10/2019 10 Casa carità arti e mestieri onlus. novara

Corsi istruzione

tipo corso titolo data inizio data fine iscritti finanziato da livello
Primo periodo didattico ( licenza media) Licenza media 08/10/2018 15/06/2019 27 Percorso di istruzione di primo livello

Attività gestite da terzi

lavorazione persone impiegate turnazione
Tipografia gestito dalla Cooperativa " La Terra Promessa" Onlus di Novara 2 nessuna

Lavorazioni gestite dall'amministrazione

lavorazione persone impiegate turnazione
nessuna

Attività teatrali

descrizione organizzata da data inizio data fine numero partecipanti

Attività sportive

descrizione organizzata da data inizio data fine numero partecipanti

Attività culturali

descrizione organizzata da data inizio data fine numero partecipanti

Attività religiose

descrizione a cura di data inizio data fine numero partecipanti
Scheda pratica - COLLOQUIO dei FAMILIARI e TERZE PERSONE
Scheda pratica - ALTRE PERSONE AMMESSE alla VISITA
Scheda pratica - NOMINA e COLLOQUI con AVVOCATI
La procedura prevista per condannati - internati - appellanti e ricorrenti: i colloqui con familiari,conviventi e terze persone sono chiesti dal detenuto ed autorizzati dal direttore dell'istituto. I colloqui con terze persone possono essere autorizzati solo quando ricorrano ragionevoli motivi. I familiari, i conviventi e le terze persone ammessi al colloquio si presentano allo sportello dell'ufficio "rilascio colloqui". L'accesso al colloquio è preceduto dalla verifica dei documenti e dal controllo sulla persona con eventuale deposito di effetti personali indicati dall'operatore penitenziario - La procedura prevista per gli imputati fino alla sentenza di I° grado: presentare il permesso rilasciato dall'Autorità giudiziaria che procede

Orari di visita con i familiari

reparto fascia oraria lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
ORDINARIO mattina

Orari colloqui con gli avvocati

reparto fascia oraria lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
mattina 09:00-16:00 09:00-16:00 09:00-16:00 09:00-16:00 09:00-16:00 08:00-14:00

Prenotazione colloqui con gli avvocati

prenotazione allo sportello Allo sportello il difensore che si presenta in Istituto viene identificato, controllato ed ammesso nella sala colloqui avvocati, dove personale di polizia penitenziaria addetto controlla la nomina presso l'ufficio matricola - I detenuti definitivi presentano la richiesta sul mod. 393, indicando il motivo della richiesta di colloquio ad es. fruizione di misure alternative

Altre informazioni su visite e colloqui

Apertura ufficio rilascio colloqui ore 08:30 ed ultimo accesso ore 13:00 - È obbligatorio effettuare la prenotazione con preavviso di almeno due giorni prima rispetto alla data in cui si vuole effettuare il colloquio - È possibile effettuare colloquio visivo la terza domenica del mese, in alternativa al sabato sempre con orario 09:00-14:00 - I familiari che risiedono lontano possono chiedere di prenotare il colloquio telefonicamente

Telefonate

carte telefoniche Si
modalità di acquisto e utilizzo schede Il detenuto presenta "domandina" per poter telefonare indicando i recapiti telefonici di familiari e avvocati - Previo controllo viene data autorizzazione al colloquio dall'autorità competente - La richiesta di colloquio una volta istruita ed autorizzata viene consegnata all'ufficio colloqui telefonici che provvede al rilascio di tessera telefonica che funziona per le sole utenze autorizzate - La scheda viene consegnata al detenuto che ne ha fatto richiesta dall'Ufficio Conti Correnti, competente agli accrediti ed addebiti sulla scheda Pacchi e dena

videochiamate tramite Skype

No
Scheda pratica - per CONSEGNARE, RICEVERE e INVIARE DENARO
Ogni Istituto stabilisce i generi e gli oggetti cui è consentito il possesso, l'acquisto o la ricezione. I detenuti e gli internati possono ricevere quattro pacchi al mese complessivamante di peso non superiore a venti chili, contenenti abbigliamento e alimenti che non richiedano manomissioni in sede di controllo.

Come fare per

inviare pacchi al detenuto I pacchi indirizzati ai detenuti vengono ritirati dalladdetto servizio posta presso l'uffcio postale o consegnati in istituto tramite corrieri privati per conto di poste italiane.successivamente,vengono consegnati al posto di servizio denominato buca pranzi o ruota pranzi dove i colleghi addetti effettuano i relativi controllo, nello specifico: mittende del pacco, limite ricezione pacchi mensili relativi al destinatario e tramite apparato rx per verificare che non vi sia materiale esplosivo e quantaltro di pericoloso per la sicurezza - Superato il controllo, il pacco viene fatto recapitare alladdetto al casellario detenuti per lapertura del medesimo in presenza del detenuto in modo da consegnare gli oggetti consentiti ovvero depositare quelli non consentiti al casellario in attesa che il detenuto può se vuole, rispedire tramite pacco postale ai propri familiari oppure restituirli in occasione del colloquio visivo - Di quanto sopra viene redatto verbale di apertura e controllo pacco inserendo elenco degli oggetti consegnati e quelli trattenuti, il tutto sottoscritto dalladdetto al servizio casellario detenuti e dal detenutosuperato il controllo, il pacco viene fatto recapitare alladdetto al casellario detenuti per lapertura del medesimo in presenza del detenuto in modo da consegnare gli oggetti consentiti ovvero depositare quelli non consentiti al casellario in attesa che il detenuto può se vuole, rispedire tramite pacco postale ai propri familiari oppure restituirli in occasione del colloquio visivo - Di quanto sopra viene redatto verbale di apertura e controllo pacco inserendo elenco degli oggetti consegnati e quelli trattenuti, il tutto sottoscritto dalladdetto al servizio casellario detenuti e dal detenuto
consegnare pacchi al detenuto Se il pacco viene consegnato a mano dal familiare al colloquio, viene dapprima controllato con apposito macchinario e poi manualmente dagli operatori - Il pacco viene consegnato al detenuto accompagnato da agente facendogli firmare la distinta di ricezione - La distinta si compone di tre matrici, una viene consegnata ai familiari, l'altra va agli atti dell'ufficio e la terza al detenuto - Per i pacchi spediti dai familiari a mezzo corriere, ditte private o poste italiane, prima si verifica la presenza del detenuto in istituto, si controlla il registro per vedere se il detenuto ha raggiunto il numero dei pacchi consentiti mensilmente, o se ha raggiunto il limite max di peso - Poi, si firma al corriere la ricevuta di avvenuta consegna, si controlla il pacco tramite macchinario e poi manualmente di fronte al detenuto destinatario, il quale firma registro per l'avvenuta apertura - Se nel pacco ci sono generi non consentiti, questi sono trattenuti al casellario detenuti per la successiva restituzione ai familiari al successivo colloquio ovvero spediti su richiesta autorizzata dalla Direzione per posta a spese del detenuto che deve acquistare carta e nastro per imballaggio
invio pacchi da parte del detenuto Il detenuto può inviare pacchi a sue spese, facendone richiesta su mod. 393; l'ufficio comando istruisce la "domandina", che viene consegnata al casellario detenuti che a sua volta convoca l'interessato nel magazzino detenuti e, dopo aver controllato il contenuto del pacco, gli fa compilare la distinta con mittente e destinatario del pacco e gli fa firmare il registro spedizione pacchi
generi alimentari ammessi Kg. 1 pesce cotto,senza spezie,aromi sughi o imanatura - kg. 1 carne cotta, disossata, a fette, senza spezie, aromi, sughi o impanata - kg. 1 formaggio a piccoli pezzi, in confezioni trasparenti e non sottovuoto - kg. 1 pane comune, senza spezie ed affettato - kg. 1 salumi affettati, in confezioni trasparenti e sottovuoto - kg. 1 salsiccia tagliata a piccoli pezzi, secca o cotta - kg. 1 frutta fresca - kg. 1 pasta non molto condita e non ripiena - kg. 1 verdura e ortaggi cotti, non ripieni, tagliati a piccoli pezzi, controllabili - kg. 1 biscotti secchi non farcito o glassati ed in confezioni facilmente ispezionabili e trasparenti - kg. 1frutta secca sgusciata olive snocciolate, taralli e friselle senza ed in confezioni trasparenti
abbigliamento ammesso Camicie, maglie, maglioni, giacche, accappatoio senza cappuccio, giacconi non imbottiti, scarpe, ciabatte, calzini, mutande
generi vari ammessi Giornali e riviste; libri e dispense scolastiche e materiale didattico il cui peso non sarà conteggiato nel limite max mensile purché siano confezionati in pacchi separati

Consegnare ricevere e inviare denaro

conto corrente 11245289
causale Nominativo e data di nascita del beneficiario, nome ed indirizzo del mittente

altre informazioni su invio di pacchi e denaro

IBAN IT79 E076 0110 1000 0001 1245 289 - Ricezione denaro da detenuto a familiare e viceversa solo attraverso vaglia postale o direttamente, per i versamenti in contanti, tramite ufficio rilascio colloqui, che consegna ricevuta al familiare

Sportelli

nome informazioni sulla funzione e sull'accesso