salta al contenuto

Scheda pratica - Revisori legali

Il Registro dei revisori legali previsto dall’articolo 1, c1 lett. g) del d.lgs. 39/2010 e dall’articolo 2, c1 del decreto 20 giugno 2012 n. 144 è istituito presso il Ministero dell'economia e delle finanze.
Nel Registro sono iscritti i revisori legali e le società di revisione legale.
L'iscrizione al Registro dei revisori legali decorre dalla data di pubblicazione del provvedimento di iscrizione del revisore o della società di revisione nella Gazzetta Ufficiale e dà diritto all'uso del titolo di revisore legale.

Il decreto 20 giugno 2012 , n. 145: “Regolamento in applicazione degli articoli 2, commi 2, 3, 4 e 7 e 7, comma 7, del d.lgs. 39/2010, recante attuazione della direttiva 2006/43/CE in materia di revisione legale dei conti annuali e dei conti consolidati”, disciplina i requisiti di iscrizione per le persone fisiche e per le società di revisione e la prova attitudinale anche per l’iscrizione dei revisori di altri Stati membri dell'Unione Europea o di Paesi terzi.

Per la prima formazione del Registro l’articolo 17 del decreto 20 giugno 2012 n. 145 prevede che:

  1. hanno diritto all'iscrizione nel Registro dei revisori legali le persone fisiche e le società che, al momento dell'entrata in vigore del presente regolamento, sono già iscritti al registro dei revisori contabili di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 88 e all'Albo speciale delle società di revisione di cui all'articolo 161 del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58.
    Sono altresì iscritti, su richiesta:
    coloro che, anteriormente alla data di entrata in vigore del presente regolamento, hanno acquisito il diritto di essere iscritti nel Registro dei revisori contabili di cui al decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 88, a condizione che la relativa istanza sia prodotta entro un anno dall'entrata in vigore del presente regolamento;
    coloro che, alla data di entrata in vigore del presente regolamento, hanno presentato istanza di partecipazione ad una sessione d'esame non ancora conclusa per l'iscrizione al registro dei revisori contabili di cui al decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 88, ed hanno, alla data di presentazione dell'istanza di iscrizione al Registro, superato l'esame medesimo.
  2. Ai fini della prima formazione del registro dei revisori legali, i soggetti di cui al comma 1, primo periodo, comunicano al Ministero dell'economia e delle finanze, anche ai sensi del d.p.r. n. 445/2000, entro 90 giorni dal provvedimento di cui al comma 3 le informazioni necessarie ad una corretta gestione del registro, ed in particolare:
    1. le informazioni inerenti il contenuto informativo del registro, di cui agli articoli 10 e 12 del presente regolamento;
    2. le informazioni strumentali alla tenuta del Registro di cui agli articoli 11, comma 1, e 13, comma 1;
    3. l'opzione per l'iscrizione nell'elenco dei revisori attivi ovvero, se non sono in corso incarichi di revisione legale ne' collaborazioni ad un’attività di revisione legale presso una società di revisione, nella sezione dei revisori inattivi.
  3. Le modalità di trasmissione delle informazioni di cui al comma 2, anche attraverso l'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, sono stabilite con determina del Ragioniere generale dello Stato, sentito il Garante per la protezione dei dati personali.
  4. In caso di mancata trasmissione delle informazioni di cui al comma 2, ferma restando l’applicabilità delle sanzioni di cui all'articolo 24 del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, i revisori legali e le società di revisione legale sono iscritti d'ufficio nell'elenco dei revisori attivi.

Iscrizione nel Registro dei revisori legali

La domanda di iscrizione delle persone fisiche compilata e sottoscritta dall'interessato e conforme alle prescrizioni di legge in materia di bollo, o la domanda di iscrizione delle società, compilata e sottoscritta dal legale rappresentante sono redatte secondo il modello pubblicato sul sito internet del Ministero dell'economia e delle finanze ed inviata anche per via telematica o digitale, ai sensi del decreto legislativo 7 marzo 2005,n. 82. Ciò è previsto dagli articoli 5 e 6 del decreto 20 giugno 2012, n. 144.

Il Ministero dell'economia e delle finanze, ricevuta la domanda compie accertamenti nei confronti delle persone fisiche o nei confronti delle società in ordine al possesso dei requisiti richiesti per l'iscrizione al Registro, acquisendo, tra l'altro, il certificato del casellario giudiziale, il certificato dei carichi pendenti ed il certificato relativo alla sottoposizione a misura di prevenzione anche degli amministratori o dei componenti del consiglio di gestione.
Le domande per l'iscrizione nel Registro dei revisori legali sono esaminate entro 4 mesi dalla ricezione.

Tirocinio

Il decreto 25 giugno 2012 , n. 146: “Regolamento riguardante il tirocinio per l'esercizio dell’attività di revisione legale, in applicazione dell'articolo 3 del d.lgs.39/2010, recante attuazione della direttiva 2006/43/CE relativa alle revisioni legali dei conti annuali e dei conti consolidati”, disciplina l'istituzione e la gestione del registro del tirocinio, nonché le modalità di svolgimento dello stesso, ai sensi dell'articolo 3 del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39.

 

Per informazioni: Revisione legale



aggiornamento: 27 giugno 2013

 

Questa scheda ti ha soddisfatto?

Legislazione