salta al contenuto

Servizio mensa per la Polizia penitenziaria nella Casa circondariale - TOLMEZZO - Bando di gara

29 agosto 2013

 

Servizio mensa per la Polizia penitenziaria per la Casa Circondariale di TOLMEZZO - Bando di gara

29 agosto 2013

CIG nr. 5297705C74

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

I.1 Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Denominazione ufficiale Casa Circondariale Tolmezzo

  • Indirizzo: Via Paluzza, 77 - Città: Tolmezzo (UD)
  • Codice postale: 33028     Paese: Italia
  • Telefono: 0433 – 44900 - Fax: 0433 – 44910
  • Posta elettronica: cc.tolmezzo@giustizia.it
  • Punto di contatto: ufficio ragioneria

Ulteriori informazioni sono disponibili presso:

I punti di contatto sopra indicati

Il capitolato d'oneri e la documentazione complementare sono disponibili presso:

I punti di contatto sopra indicati

Le offerte e le domande di partecipazione vanno inviate a:

I punti di contatto sopra indicati

 

SEZIONE II: OGGETTO DELL'APPALTO

II.1) Descrizione

II.1.1) Denominazione conferita all'appalto dall'amministrazione aggiudicatrice

Affidamento del servizio di ristorazione mensa obbligatoria di servizio per il personale di Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale di Tolmezzo

II.1.2) Tipo di appalto e luogo di esecuzione, luogo di consegna o di prestazione dei servizi

Tipo di appalto: Servizi

Categoria di servizi: N. 17

Luogo principale di consegna: 1.presso la sede di: C.C. Tolmezzo - Via  Paluzza, 77

II.1.3) L'avviso riguarda:Appalto pubblico

II.1.4) Breve descrizione dell'appalto o degli acquisti: Oggetto dell’appalto è il Servizio di Ristorazione per la mensa obbligatoria di servizio per il personale della Casa Circondariale di Tolmezzo erogato mediante produzione dei pasti presso le cucine dell’Amministrazione Contraente, le quali vengono concesse in uso a titolo gratuito al Fornitore aggiudicatario. Non sono ammessi pasti precotti. (prodotti in legame cook-chill).

Le singole attività in cui si articola il Servizio e le modalità con le quali il predetto Servizio deve essere erogato sono indicate nel Capitolato Tecnico. Il prezzo a base di gara, non superabile in sede di offerta, per ciascun pasto è pari ad Euro 6,73 esclusa IVA. Qualora l’Amministrazione Contraente ne faccia richiesta, secondo le modalità ed i termini previsti nel Capitolato Tecnico, il Fornitore dovrà, inoltre, garantire l’espletamento del servizio di prima colazione; il prezzo di ciascuna colazione sarà pari a Euro 0,85 esclusa IVA. Su richiesta dell’Amministrazione Contraente, il Fornitore dovrà garantire l’integrazione dei pasti per attività fisiche e/o condizioni climatiche diverse da quelle standard, nonché i pasti da ricorrenza, secondo le modalità ed i termini previsti nel Capitolato Tecnico.

II.1.5) CPV (vocabolario comune per gli appalti)

Vocabolario principale - Oggetto principale 55512000-2 (servizi di gestione mensa)

Vocabolario supplementare (se pertinente)

Oggetti complementari

II.1.6) divisione in lotti : NO

II.1.7) Ammissibilità di varianti : NO

II.2) QUANTITATIVO O ENTITA' TOTALE

II.2.1) Quantitativo o entità totale: Il numero indicativo di pasti che l’Amministrazione Contraente presume possano essere consumati nel corso della durata del contratto è pari a n. 32.650.

Il predetto quantitativo è puramente indicativo e non vincolante per l’Amministrazione Contraente. 

Si precisa inoltre che tale quantitativo non è comprensivo dei pasti degli altri utenti autorizzati, delle prime colazioni e dei pasti che potranno essere forniti su richiesta dell’Amministrazione secondo quanto precisato nel Capitolato Tecnico. L’Importo Complessivo Presunto del Servizio è pertanto pari ad Euro 219.734,50 + I.V.A. L’Importo Complessivo del Servizio che l’Amministrazione Contraente corrisponderà al Fornitore sarà calcolato applicando ai pasti e alle colazioni effettivamente consumati il prezzo aggiudicato dal Fornitore.

II.2.2) Opzioni: NO

II.3) Durata dell’appalto o termine di esecuzione: Il contratto avrà durata di 12 mesi a decorrere dall'1° gennaio 2014

 

SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO

III.1) Condizioni relative all’appalto 

Titolo della sottosezione Contenuto informativo della sottosezione

III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste

Ai sensi dell’art. 75 del D.Lgs. 163/2006, dovrà essere prestata, all’atto della presentazione dell’offerta, una cauzione provvisoria, con le modalità e le condizioni stabilite nella Lettera d’invito, valida per almeno 180 giorni dalla data dell’offerta, di importo pari al 2% dell’importo complessivo presunto eventualmente ridotto in ragione di quanto stabilito nel predetto articolo 75; modalità e condizioni di svincolo della cauzione provvisoria sono stabilite nella Lettera d’invito. Inoltre, l’aggiudicatario sarà tenuto a prestare cauzione definitiva secondo modalità e termini previsti dall’art. 113 del D.Lgs 163/2006 nonché idonea copertura assicurativa r.c., secondo le modalità e le condizioni stabilite nella lettera di invito e nei relativi allegati.

III.1.2) Modalità di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia

I pagamenti saranno effettuati dall’Amministrazione contraente, compatibilmente con le assegnazioni ricevute, entro 60 giorni dal ricevimento di tutta la regolare documentazione giustificativa.

III.1.3) Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di imprenditori, di fornitori o di prestatori di servizi aggiudicatario dell'appalto

È ammessa la partecipazione di imprese temporaneamente raggruppate o raggruppande con l’osservanza della disciplina di cui all’art. 37, D.Lgs. n. 163/2006, e di Consorzi di imprese, con l’osservanza della disciplina di cui agli artt. 34, 35, 36 e 37 del richiamato Decreto.  È inoltre ammessa la partecipazione delle imprese stabilite in altri paesi membri dell’U.E., nelle forme previste nei paesi di stabilimento.  È ammesso l’avvalimento secondo le modalità e i termini previsti dall’art. 49, D.lgs n. 163/2006. È fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in forma individuale e contemporaneamente in forma associata (R.T.I., consorzi) ovvero di partecipare in più di un R.T.I. o consorzio, pena l’esclusione dalla gara dell’Impresa medesima e dei R.T.I. o Consorzi ai quali l’Impresa partecipa.

Per favorire la concorrenza, conformemente alle segnalazioni dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato AS251 del 30/1/2003 (Bollettino n. 5/2003) e S536 del 18/01/2005 non è ammessa la partecipazione in R.T.I. di due o più Imprese che, anche avvalendosi di società terze nelle modalità indicate dal citato art. 49 del D.lgs n. 163/2006, siano in grado di soddisfare singolarmente i requisiti economici e tecnici di partecipazione, pena l’esclusione dalla gara del R.T.I. così composto.

III.2) CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

III. 2.1) Situazione personale degli operatori, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti:  sono legittimati a partecipare alla presente gara i soggetti di cui all’art. 34 del D. Lgs 163/2006, fatto salvo quanto previsto dall’art. 13 della Legge 248/2006 e s.m.i.
Ciascuna domanda di partecipazione, in carta legale, sottoscritta dal legale rappresentante dell’Impresa o del Consorzio, o della mandataria, in caso di R.T.I. già costituito, ovvero di tutte le Imprese raggruppande, in caso di R.T.I. da costituirsi, deve essere redatta a pena di inammissibilità, in conformità al “Modello 1 Fac – simile di Domanda di Partecipazione”, e dovrà soddisfare le seguenti condizioni:

  1. iscrizione per attività inerenti la presente fornitura nel Registro delle Imprese in conformità con quanto previsto dall’art. 39, D.Lgs. 163/2006;
  2. non sussistenza dei motivi di esclusione di cui all’art. 38, D.Lgs. 163/2006.

III. 2.2) Capacità economica e finanziaria 

Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti:

Pena la non ammissione alla gara, ciascun concorrente (impresa singola/R.T.I./Consorzio) deve soddisfare, anche ai sensi di quanto stabilito negli atti di gara, le seguenti condizioni:

  1. aver realizzato, complessivamente negli esercizi finanziari (2010 - 2011), un fatturato specifico per servizi analoghi, pari o superiore all’importo complessivo presunto a base di gara.
  2. presentare almeno due idonee dichiarazioni bancarie rilasciate da istituti bancari o intermediari autorizzati ai sensi del D. Lgs. 385/1993 da cui risulti inequivocabilmente la solvibilità del concorrente in relazione all’importo della gara.
  3. Il requisito di cui al punto III.2.2, punto 1), del presente Bando di gara dovrà essere posseduto in caso di R.T.I. nella misura del 50% dalla capogruppo; in caso di consorzio, ove non posseduto per l’intero dal consorzio stesso, cumulativamente per l’intero 100% dalle imprese consorziate.

Le referenze bancarie di cui al punto 2) dovranno essere presentate in caso di R.T.I. almeno una dall’impresa mandataria (o designata tale), ovvero in caso di Consorzio, dal Consorzio medesimo, qualora lo stesso svolga direttamente l’attività oggetto dell’appalto, o da almeno una singola Impresa consorziata. Se il concorrente non è in grado, per giustificati motivi, di presentare le referenze richieste, può provare la propria capacità economica e finanziaria mediante qualsiasi altro documento considerato idoneo dall’Amministrazione contraente, ai sensi dell’art. 41, comma 3, del D.Lgs. n. 163/2006

III. 2.3) Capacità tecnica Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: Pena la non ammissione alla gara, ciascun concorrente (impresa singola/R.T.I./Consorzio) deve soddisfare, anche ai sensi di quanto stabilito negli atti di gara, le seguenti condizioni:

  1. elenco delle principali forniture prestate negli anni (2010-2011) per mense aziendali per adulti sani in collettività aperte o chiuse di dimensioni pari o superiori a quelle oggetto dell’appalto con l’indicazione degli importi delle date e dei destinatari pubblici o privati;
  2. possesso della Certificazione di conformità alla norma EN ISO 9001 edizione 2000, in corso di validità, o 2008, relativa alla erogazione di servizi di ristorazione collettiva ed emessa a favore del concorrente, da un Organismo di Certificazione accreditato per le attività di certificazione di Sistemi di Gestione per la Qualità a fronte della norma europea UNI CEI EN ISO/IEC 17021 per Settore di Accreditamento 30 “Alberghi, Ristoranti e Bar” Organismo di Accreditamento aderente all’ EA - European co-operation for Accreditation.

Il requisito di cui al paragrafo III.2.3), punto 1) del presente Bando di gara dovrà essere posseduto in caso di R.T.I., da ciascuna impresa partecipante ognuna per l’attività che svolge, in caso di Consorzio, da ciascuna delle imprese consorziate, ognuna per l’attività che svolge, ovvero dal Consorzio, qualora svolga direttamente l’attività oggetto dell’appalto.

La/e certificazione/i di cui al paragrafo III.2.3, punto 2) dovrà/anno essere posseduta/e in caso di RTI da almeno una delle imprese, in caso di Consorzio dal Consorzio, qualora lo stesso svolga direttamente l’attività oggetto dell’appalto, o da almeno uno dei consorziati.

III.3) CONDIZIONI RELATIVE ALL'APPALTO DI SERVIZI

III.3.1) La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione: NO

III.3.2) Le persone giuridiche devono indicare il nome e le qualifiche professionali delle persone incaricate della prestazione del servizio

SEZIONE IV: PROCEDURA

IV.1) Tipo di procedura:

IV.1.1) Tipo di procedura

Ristretta in deroga alla normativa comunitaria, ai sensi dell’art. 20 allegato II B del D.Lgs. 163/2006, al fine di assicurare la continuità del servizio a seguito di scadenza del precedente contratto fissata al 31.12.2013.

IV.2) Criteri di aggiudicazione

IV.2.1) Criteri di aggiudicazione: Al prezzo più basso rispetto a quello posto a base di gara di € 6,73 + IVA

IV.3) Informazioni di carattere amministrativo

IV.3.1) Condizioni per ottenere il capitolato d'oneri e la Documentazione complementare

Detta documentazione è disponibile sul sito del Ministero della Giustizia profilo del committente: www.giustizia.it sezione STRUMENTI – Bandi di Gara o, ove richiesta, potrà essere trasmessa a mezzo posta elettronica. In casi eccezionali può essere ritirata anche presso la sede appaltante, giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 14.00.

Costo: € 0,26 ogni due pagine.

IV.3.2) Termine per il ricevimento delle domande di partecipazione:

Data: 12 ottobre 2013.Ora: 14,00 pena irricevibilità e/o non ammissione alla gara

IV.3.3) Data di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare: Entro il 19 ottobre 2013

IV.3.4) Lingua utilizzabile nelle offerte o nelle domande di partecipazione: Italiana

IV.3.5) Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato dalla propria offerta: 180 giorni dal termine ultimo per la ricezione delle offerte

IV.3.6) Modalità di apertura delle offerte: 

Secondo quanto espressamente previsto nella lettera di invito

SEZIONE V: ALTRE INFORMAZIONI

V.1 Informazioni complementari.

  1. Il codice identificativo della gara (CIG), anche ai fini delle contribuzioni dovute, ai sensi dell’art. 1, commi 65 e 67, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, dagli operatori economici che intendono partecipare alla gara di cui al presente Bando, è il seguente: 5297705C74. Le istruzioni operative relative al pagamento della suddetta contribuzione sono pubblicate e consultabili al seguente indirizzo internet: http://www.avcp.it/riscossioni.html
  2. L’Amministrazione Contraente si riserva il diritto 
    1. di non procedere all’aggiudicazione nel caso in cui nessuna delle offerte presentate venga ritenuta idonea;
    2. di procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida;
    3. di sospendere, reindire o non aggiudicare la gara motivatamente;
    4. di non stipulare il Contratto anche qualora sia intervenuta in precedenza l’aggiudicazione.
  3. Non sono ammesse offerte parziali e/o condizionate e/o limitate ad una parte della fornitura/servizio.
  4. Le specifiche prescrizioni riguardanti il dettaglio dei servizi, i criteri di aggiudicazione, gli elementi di valutazione, le modalità di presentazione delle offerte, le ulteriori cause di esclusione dalla gara e le altre informazioni sono contenute nella Lettera di Invito e relativi allegati.
  5. Non è ammessa la partecipazione di concorrenti che si trovino tra loro in una delle situazioni di controllo di cui all'articolo 2359 c.c. Saranno altresì esclusi dalla gara i concorrenti per i quali si accerti che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi ovvero coinvolti in situazioni oggettive lesive della par condicio tra concorrenti e/o lesive della segretezza delle offerte.
  6. Subappalto: è vietato.
  7. La domanda di partecipazione, redatta in carta legale, dovrà essere contenuta in un unico plico chiuso che sia, a pena di esclusione dalla gara, sigillato con ceralacca o nastro adesivo, sui lembi di chiusura. Al fine dell’identificazione della provenienza del plico, quest’ultimo dovrà, a pena di esclusione, recare il timbro dell’offerente o altro diverso elemento di identificazione, la firma e/o sigla del legale rappresentante/ procuratore speciale dell’offerente (o del legale rappresentante/ procuratore speciale della sola impresa mandataria in caso di R.T.I. sia già costituiti che da costituirsi o del legale rappresentante/procuratore speciale del consorzio) e all’esterno, oltre alle indicazioni del mittente e cioè la denominazione o ragione sociale (dell’impresa singola, di tutte le imprese raggruppande in caso di RTI non costituti o della sola mandataria, in caso di RTI costituiti, o del Consorzio, in caso di Consorzio), la seguente dicitura: “Gara per la fornitura del servizio di ristorazione per la mensa obbligatoria di servizio per il personale della Casa Circondariale di Tolmezzo – Domanda di partecipazione – NON APRIRE”. Il plico potrà essere inviato mediante servizio postale, a mezzo di raccomandata A/R, o mediante corrieri privati o agenzie di recapito debitamente autorizzati, ovvero consegnato a mano – in giornata non festiva - dalle ore 9.00 alle ore 14.00, fino al termine perentorio sopra indicato (paragrafo IV.3.2) da un incaricato dell’impresa presso l’Ufficio protocollo della Casa Circondariale di Tolmezzo - Via Paluzza, 77 – 33028 Tolmezzo (UD) e soltanto in tale ultimo caso verrà rilasciata apposita ricevuta con l’indicazione dell’ora e della data di consegna. L’invio del plico contenente la domanda di partecipazione è a totale ed esclusivo rischio del mittente, restando esclusa qualsivoglia responsabilità della Amministrazione Appaltante ove per disguidi postali o di altra natura, ovvero, per qualsiasi motivo, il plico non pervenga entro il previsto termine perentorio (data e ora) di scadenza all’indirizzo di destinazione. Non saranno in alcun caso presi in considerazione i plichi pervenuti oltre il suddetto termine perentorio di scadenza, anche indipendentemente dalla volontà del concorrente ed anche se spediti prima del termine medesimo; ciò vale anche per i plichi inviati a mezzo di raccomandata A/R, a nulla valendo la data di spedizione risultante dal timbro postale dell’agenzia accettante. Tali plichi pervenuti in ritardo non verranno aperti e verranno considerati come non consegnati.
  8. Le offerte anormalmente basse sono individuate e valutate ai sensi degli artt. 86 e ss. del D.Lgs. n. 163/2006. Ad ogni modo le offerte devono essere corredate delle giustificazioni di cui all’art. 87, comma 2, del D.Lgs. n. 163/2006 con riferimento a ciascuna voce di prezzo che concorre a formare l’importo complessivo posto a base di gara.
  9. I concorrenti, con la presentazione delle offerte, consentono il trattamento dei propri dati, anche personali, ai sensi del D.Lgs 196/2003 s.m.i., per le esigenze concorsuali e contrattuali.
  10. La documentazione ufficiale della gara è ritirabile presso l’Amministrazione Contraente all'indirizzo sub I.1, in cartaceo, in copia conforme o su supporto magnetico di proprietà della ditta interessata. Eventuali informazioni complementari e/o chiarimenti sul contenuto della documentazione di gara, potranno essere richiesti alla Amministrazione Contraente. Le richieste, formulate in lingua italiana, dovranno essere trasmesse a mezzo fax al 0433 - 44910, e/o e-mail:cc.tolmezzo@giustizia.it e dovranno pervenire, con riferimento alla domanda di partecipazione, entro e non oltre le ore 14:00 del giorno 10.10.2013. I chiarimenti e/o le rettifiche agli atti di gara, verranno inviati a mezzo fax a chi avrà ritirato la documentazione ufficiale.
  11. È designato quale Responsabile del Procedimento per la presente procedura, ai sensi e per gli effetti dell’art. 10 del D. Lgs. n. 163/2006, la Dr.ssa Silvia Della Branca.
  12. Fermo restando quanto previsto dall’art. 87, comma 4, del D.lgs. 163/2006, la predisposizione del DUVRI e la determinazione della relativa stima dei costi della sicurezza non soggetti a ribasso d’asta, in relazione alla natura della fornitura ovvero del servizio oggetto della presente gara, è rimessa all'Amministrazione contraente al momento della stipula del contratto.

V.2) Procedura di ricorso

V.2.1) Organismo responsabile delle procedure di ricorso

Denominazione ufficiale: Tribunale Amministrativo Regionale del Friuli Venezia Giulia

Indirizzo: Piazza Unità d’Italia, 7

Città: Trieste

Codice postale: 34121

Paese: Italia

Telefono: 040 – 6724711

Fax: 040 - 6724720

V.2.2) Presentazione del ricorso. Informazioni precise sui termini di presentazione del ricorso:

Contro il presente provvedimento è proponibile ricorso avanti il TAR entro 60 giorni dalla piena conoscenza ed è proponibile ricorso straordinario avanti il Presidente della Repubblica entro 120 giorni.

V.2.3) Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione di ricorsi

Denominazione ufficiale: Dipartimento Amministrazione Penitenziaria

Ufficio del Capo del Dipartimento 

Ufficio del Contenzioso 

Indirizzo: Largo Luigi Daga, 2

Città: Roma

Codice postale: 00164

Paese: Italia

e-mail:contenzioso.dap@giustizia.it

Telefono: 06 - 665911

V.3) Data del presente bando: 29 agosto 2013

IL DIRETTORE
Silvia Della Branca


Allegati