salta al contenuto

Pubblicazione sentenze e provvedimenti

aggiornamento: 4 aprile 2013

In tema di pene accessorie, l'articolo 36 del codice penale dispone che la sentenza all'ergastolo e la sentenza di condanna nei casi in cui la legge lo prevede, siano pubblicate nel sito internet del Ministero della giustizia per un periodo stabilito dal giudice e comunque non superiore a trenta giorni. In caso di mancata indicazione, la durata della pubblicazione è di quindici giorni.
In materia di famiglia e di stato delle persone, l'articolo 729 del codice di procedura civile dispone che la sentenza che dichiara l'assenza o la morte presunta debba essere inserita per estratto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica e pubblicata nel sito internet del Ministero della giustizia.
Per quanto riguarda le modalità di pubblicazione delle sentenze, questi articoli sono stati aggiornati dall'art. 37, c.18, d.l. 6 luglio 2011, n. 98 «Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria», convertito dalla l. 111/2011.
In particolare, l'articolo 36 del codice penale era già stato modificato in precedenza dall'art. 67 della l. 69/2009, e dall'art. 2, commi 216-218, della l.191/2009, legge finanziaria 2010. Quest'ultima ha disposto un adeguamento, alla formulazione dell’articolo 36 del codice penale, del d.lgs. 231/2001 che disciplina la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica e della l. 633/1941 sulla protezione del diritto d'autore.
Per i provvedimenti sanzionatori amministrativi, l'articolo 498 del codice penale, in tema di usurpazione di titoli e di onori, così come modificato dall'art. 43 del d.lgs 507/1999, dispone che il provvedimento che accerta la violazione sia pubblicato con le modalità stabilite dall'art. 36 del codice penale.

le richieste d'informazione da parte di studi legali vanno indirizzate a: pubblicazione.sentenze@giustizia.it


  • N.SIEP 3049/2014

     

    emblema della repubblica

    Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di ROMA
    Ufficio Esecuzioni Penali


    Il Tribunale ordinario di Roma con sentenza del 10/5/2013 irrevocabile il 31/10/2013 ha condannato ESSABRI AHMED nato in MAROCCO il 1/1/1981 alla pena di mesi 3 di reclusione e 300,00 di multa perché deteneva per la vendita 8 scarpe Nike, 2 scarpe Hogan, 4 borse D&G, 1 borsa Gucci, 1 capello FENDI con il marchio contraffatto.

    Reato accertato in Roma il 8/4/2009

    Roma, 6 agosto 2014

    IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO
    Graziella Lombardo



  • N. SIEP 138/2014

     

    emblema della repubblica

    Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di GROSSETO
    Ufficio Esecuzioni Penali

    Il Tribunale di Grosseto con sentenza del 29/10/2013, irrevocabile il 04/01/2014 ha condannato DE MASI Irene nata a Soriano Calabro (VV) il 04/04/1986 residente in Arcidosso via Ernesto Balducci n. 16
    Alla pena di Mesi 6 di Reclusione

    Per il reato di cui all’art. 10 bis Dl.vo n. 74/2000 perché, in qualità di amministratore unico della Pentagono Costruzioni s.r.l. (con sede legale in Gavorrano – fraz. Caldana Loc. Le Basse, Zona Artigianale – P. IVA 01380470532), ometteva il versamento entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione annuale di sostituto d’imposta di ritenute risultanti dalla certificazione rilasciata ai sostituiti per un ammontare complessivo di 52.042,00 Euro per il periodo di imposta 2008.
    Commesso in Grosseto il 31/07/2009.

    Grosseto 20/08/2014

    IL CANCELLIERE
    Angela Di Nardo



  • N SIEP 2478/2014

     

    emblema della repubblica

    Procura Generale della Repubblica presso Tribunale ordinario di ROMA
    Ufficio Esecuzioni Penali

    Il Tribunale ordinario  di Roma, con sentenza del 13/3/2013 irrevocabile il 22/4/2014 ha condannato NIANG ALIOU nato in SENEGAL il 5/2/1978 alla pena di mesi 4 di reclusione e 2.000,00 di multa  perché, deteneva per la vendita 173 CD musicali 261 DVD, privi del prescritto contrassegno SIAE.

    Reato accertato in ROMA il 11/1/2009

    ROMA LI’ 4/8/2014

    IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO
    DOTTORESSA GRAZIELLA LOMBARDO



  • N. SIEP 2365/2014

     

    emblema della repubblica

    Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di ROMA
    Ufficio Esecuzioni Penali

    Il Tribunale ordinario di Roma, con sentenza del 9/12/2009 irrevocabile il 14/3/2010 ha condannato KHADIM SOW nato in SENEGAL il 15/3/1977 alla pena di mesi 4 di reclusione e 400,00 di multa perché, deteneva per la vendita 10 borse con il marchio Prada, 9 borse con marchio Luis Vuitton, 7 borse con marchio Gucci, 1 borsa con marchio Fendi.

    Reato accertato in ROMA il 24/3/2004.

    Roma, 4 agosto 2014

    IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO
    Graziella Lombardo



  • N  SIEP 2186/2011

     

    emblema della repubblica

    Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di ROMA
    Ufficio Esecuzioni Penali

    Il Tribunale ordinario di Roma, con sentenza del 21/9/2004 irrevocabile il 6/6/2006 ha condannato SOW KHADIM nato in SENEGAL il 15/3/1977 alla pena di mesi 2 di reclusione e 100,00 di multa perché, deteneva per la vendita 15 borse Gucci Louis Vuitton, Prada, Fendi con marchi contraffatti.

    Reato accertato in ROMA il 12/6/2000.

    Roma, 4 agosto 2014

    IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO
    Graziella Lombardo



  • N. 419/2014 SIEP

     

    emblema della repubblica

     Procura Generale presso la Corte di Appello di TORINO
    Ufficio esecuzioni penali

    La Corte di Appello di Torino, sezione 1^ penale, con la sentenza n° 533/2014 e n° 154/2006 R.G.N.R. – n. 5587/2013 R.G. pronunciata in data 03.02.2014, in parziale riforma di quella emessa in data 30.04.2013 dal Tribunale di Alessandria ed irrevocabile il 13.04.2014 , ha dichiarato

    RUVIO Fabio nato in Alessandria in data 15.08.1976

    colpevole dei seguenti reati:

    1. art. 81 cpv. C.P., art. 5 D. L.gs 74/2000 perché; con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso in quanto in qualità di titolare della omonima impresa individuale di commercio di autoveicoli, con sede in Alessandria, Via della santa 24, al fine di evadere le imposte sul reddito e sul valore aggiunto, non presentava, essendone obbligato, le dichiarazioni relative a dette imposte, per gli anni seguenti:
    • Anno 2005 reddito imponibile non dichiarato 4.481.814 euro, volume d’affari 26.890.887 euro,IVA evasa 5.378.177 euro;
    • Anno 2006, reddito imponibile non dichiarato 304.056 euro, volume d’affari 1.824.336 euro, IVA evasa 364.867 euro.
      Reato commesso in Alessandria il 31 ottobre degli anni 2006 e 2007

    condannandolo alla pena di anni 1 mesi 3 giorni 15 di reclusione ed alle pene accessorie dell’incapacità contrattare con la pubblica amministrazione anni 1, dell’interdizione dalla funzioni di rappresentanza e assistenza in materia tributaria anni 1, dell’interdizione dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese mesi 6, dell’interdizione dall’ufficio di componente di commissione tributaria in perpetuo ed alla pubblicazione della sentenza penale di condanna.

    È estratto conforme all’originale per uso pubblicazione.

    Torino, 30 giugno 2014

    IL FUNZIONARIO GIUDIZIARIO
    Alberto Bongiovanni



  • N  SIEP 2982/2014

     

    emblema della repubblica

    Procura Generale della Repubblica presso Tribunale ordinario di ROMA
    Ufficio Esecuzioni Penali

     

    Il Tribunale ordinario di Roma, con sentenza del 26/6/2012 irrevocabile il 11/7/2014 ha condannato NDIAYE BASSIROU nato in SENEGAL il 18/7/1959 alla pena di   mesi 5 di reclusione e 300,00 di multa  perché, deteneva per la vendita 3 borse GUCCI, 7 borse PRADA con i marchi contraffatti. 

    Reato accertato in ROMAil  22/1/2008

    ROMA LI’4/8/2014 

    IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO
    DOTTORESSA GRAZIELLA LOMBARDO



  • N. SIEP 6217/2012

     

    emblema della repubblica

    Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di ROMA
    Ufficio Esecuzioni Penali

    Il Tribunale ordinario di Roma, con sentenza del 8/3/2012 irrevocabile il 22/6/2012, ha condannato LHA GBRIL nato in SENEGAL il 1/1/1960 alla pena di mesi 2 di reclusione e 300,00 di multa perché deteneva, per la vendita, 8 borse Louis Vuitton, 2 borse Gucci recanti marchio contraffatto.

    Reato accertato in Roma il 06/7/2008.

    Roma, 6 agosto 2014

    IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO
    Graziella Lombardo



  • N. SIEP 2455/2014

     

    emblema della repubblica

    Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di ROMA
    Ufficio Esecuzioni Penali


    Il Tribunale ordinario di Roma, con sentenza del 13/3/2009 irrevocabile il 22/5/2014 ha condannato DEZI MARCO nato in ROMA il 9/10/1970 alla pena di mesi 6 di reclusione e 2.500,00 di multa perché, deteneva per la vendita 33 CD musicali, 79 CD per giochi P.C. 49 CD per videogiochi Play Station, 43 DVD .privi del prescritto contrassegno SIAE.

    Reato accertato in ROMA il 7/9/2006

    Roma, 4 agosto 2014

    IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO
    Graziella Lombardo



  • N. SIEP 5464/2013

     

    emblema della repubblica

    Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di ROMA
    Ufficio Esecuzioni Penali

    Il Tribunale ordinario di Roma, con sentenza del 2/11/2007 irrevocabile il 8/11/2011 ha condannato SOW KHADIM nato in SENEGAL il 15/3/1977 alla pena di mesi 2 di reclusione e 200,00 di multa perché, deteneva per la vendita 1 borsa Gucci, 7 borse Prada con il marchio contraffatto.

    Reato accertato in ROMA il 15/5/2004

    Roma, 4 agosto 2014

    IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO
    Graziella Lombardo


 [1]  2 Vai alla pagina successiva Elenco